GIAN LUCA RANA E LO SBARCO NEGLI USA DEL PASTIFICIO

Dopo pochi anni dall'ingresso in azienda e dal consolidamento della leadership italiana, Gian Luca Rana vede nell’internazionalizzazione la strategia vincente per far crescere la sua azienda a livello globale. Nel giro di soli 15 anni Rana diventa leader in 28 Paesi Europei, le persone che lavorano passano da poche decine a duemila e si producono più di 100.000 tonnellate di pasta fresca, tutta fatta con amore e passione.

 

Ma Gian Luca non si ferma all'Europa e inizia il suo viaggio per realizzare il grande sogno, la conquista del mercato più difficile e sfidante: quello americano.

 

Emergere negli Stati Uniti richiede un grandissimo sforzo innovativo, organizzativo, di mediazione culturale e soprattutto comporta necessariamente un rischio imprenditoriale significativo. Ma, secondo Gian Luca Rana, le aziende italiane hanno da giocare numerosi assi nella manica. “La capacità di creare e reagire a nuove condizioni che hanno le medie imprese è incredibile, un patrimonio di cui talora non ci rendiamo conto. Abbiamo solidità e radici locali e familiari, ma capacità attrattive internazionali, un grande vantaggio competitivo che dovrebbe convincere i nostri imprenditori almeno a provare ad affrontare un mercato estero incredibilmente gratificante come gli Usa”.

  • Lo sbarco del Pastificio negli USA raccontato da Gian Luca Rana

La costruzione del primo stabilimento Rana a Chicago

Il 2012 segna una tappa fondamentale per lo sviluppo dell’azienda. In quell’anno Gian Luca Rana progetta, costruisce e apre il primo stabilimento di Chicago installando le più moderne tecnologie del mondo della pasta fresca: il Pastificio Rana approda con entusiasmo negli USA.

 

Ma nulla è arrivato dal caso. I tre anni precedenti Gian Luca Rana li vive infatti viaggiando attraverso gli Stati Uniti per comprendere la cultura, i bisogni e le dinamiche di un mercato complesso e diverso da quello europeo, con logiche distributive profondamente differenti da quelle italiane. Si occupa personalmente dell'avvio dello stabilimento di produzione della pasta fresca che viene realizzato in tempi record: i lavori iniziano a metà del 2011, dopo tre mesi nasce il pesto di basilico DOP e dopo altri quattro mesi i primi tortellini vedono la luce. In soli sette mesi Gian Luca Rana fa nascere una nuova azienda che impiega 150 persone, oggi diventate 600.

 

"Il mercato americano della pasta ripiena era flat da anni e c'era anche qualche catena importante che iniziava a pensare di togliere il prodotto dai suoi supermercati. Bisognava rompere le regole, ed in fretta. Abbiamo puntato sull'italianità, sull'artigianalità, cambiando packaging e ricette: dalla vaschetta di plastica siamo passati al sacchetto stand up, un lavoro molto difficile che ha prodotto una confezione brevettata; parallelamente abbiamo creato una nuova gamma di prodotti adatti al palato americano: a loro piacciono i ripieni morbidi con componenti croccanti, per esempio formaggio con cubetti di bacon, e perciò abbiano progettato delle macchine capaci di produrre ripieni morbidissimi incorporando però texture di golosi pezzettini ” dichiara Gian Luca Rana.

  • Lo stabilimento di Chicago voluto da Gian Luca Rana

La crescita di Rana negli USA sotto la guida di Gian Luca

Dall’avvio della produzione negli USA, la crescita è impetuosa su tutti e tre i canali: Retail, Club e Food Service. Uno dei fattori chiave di successo del Pastificio Rana sul mercato a stelle e strisce è la capacità di agganciare il settore della grande distribuzione organizzata.

 

Dopo soli 6 anni dall’entrata di Rana in USA, l'intera categoria della pasta fresca in America è un mercato che cresce del 30% ogni anno, dopo che per i precedenti 15 aveva mantenuto piatte le sue vendite: un successo riconosciuto a Gian Luca Rana da tutte le catene americane che hanno voluto inserire i prodotti nei loro scaffali e farli conoscere in tutti i 50 stati.

 

Ed il maggio 2019 rimarrà una data indimenticabile per tutta la grande famiglia del Pastificio Lupatotino, 3.500 persone nel mondo: Rana è diventato leader di mercato anche negli Stati Uniti e raggiunto i 300 milioni di fatturato americano. Ed un nuovo stabilimento, due volte e mezzo più grande del primo, è in costruzione, la più grande soddisfazione di Gian Luca Rana insieme al raggiungimento di 600 persone impiegate. “Tutto questo è stato possibile grazie ad una squadra meravigliosa che mi ha seguito fin dall'inizio, credendo non solo nel mio sogno ma soprattutto nei miei stessi valori: realizzare un'impresa che valorizzasse i talenti e che consentisse alle persone di realizzarsi costruendo il loro futuro.”

 

Qualità del prodotto e forte spirito di adattamento sono quindi i pilastri di una strategia efficace di approccio agli Stati Uniti. Da soli però non bastano. Per avere successo negli USA occorre avere anche quel moto di coraggio che nasce solo dalla profonda passione per il proprio lavoro e dalla voglia di superare sempre i propri limiti, giorno dopo giorno, ricetta dopo ricetta.

 

Questo è Rana.

 

Profilo LinkedIn di Gian Luca Rana

torna alla Biografia di Gian Luca Rana